GIOCONDA FAPPIANO

Vive a Cusano Mutri. Laureata in Lingue e Letterature straniere e moderne e in Lettere moderne, è attualmente docente. Collabora con il magazine lentiapois.it. Ha curato, nel 2004, la pubblicazione Cerreto Modernata, un manoscritto teatrale inedito del XVIII secolo. Nel 2006 ha ottenuto il primo posto nel concorso letterario "Città di Montesarchio" con il racconto Lili Marleene, presidente della giuria lo scrittore  Diego De Silva. Ha pubblicato la raccolta Parla con Pedro (2009) con la prefazione del registra  Ugo Gregoretti; Che 48! Speriamo sia Italia!, una commedia  rappresentata nel 2011 dal gruppo teatrale Compagnia del Genio; La Nicchia delle Vergini (2012) con nota introduttiva dello scrittore irachenoYounis Tawfik; Di amore e di rabbia con prefazione di Giovanni Lavia. Ha pubblicato il saggio Come difendersi dalla bontà ed esercitare un sano egoismo (2019) e Due racconti per il teatro. Sceneggiature di Giovanni Lavia (2019). Un suo racconto, Il filo della storia è stato pubblicato nell'antologia Racconti Campani (Vol. I 2020)