Cronisti Scalzi

Il blog Cronisti scalzi è un luogo di incontro di idee, riflessioni, articoli e progetti per costruire insieme una comunità di pensiero e di azione.

Cronisti scalzi Iod edizioni Giancarlo Siani Blog giornalista Titti D'Amelio

Giancarlo Siani tra i cronisti scalzi di Torre Annunziata. A cura di Titti D'Amelio

Titti D’Amelio. Giornalista e Insegnante di Torre Annunziata ci racconta con straordinarie parole, dal profumo poetico, cosa significa essere cronista scalzo oggi nella città che continua a dare voce a... Leggi di più
Alphonse de Lamartine Graziella Procida Iod edizioni Cronisti scalzi

Lamartine, Graziella e l’isola di Procida. A cura di Anna Giordano

Quando Alphonse de Lamartine nel 1849 pubblicò per la prima volta l’episodio su Procida, all’interno delle sue Confidences, non avrebbe mai immaginato che la piccola isola, punto invisibile sulla carta... Leggi di più
martina antoci giancarlo siani iod edizioni

Giancarlo Siani Presente! A cura di Martina Antoci

Quest’anno il 21 di marzo, in occasione della Giornata della memoria e dell’impegno per le vittime innocenti delle mafie, con la mia attuale terza abbiamo pensato di inserire il nome di Giancarlo nel registro di classe, per poterlo pronunciare tutti i giorni al momento dell’appello e in coro dire: “Presente!”.

Torre Annunziata, dalle parole di Giancarlo Siani, un laboratorio di reading e studio. A cura di Marina Bisogno

Torre Annunziata, dalle parole di Giancarlo Siani, un laboratorio di reading e studio. A cura di Marina Bisogno

Oggi, man mano che la IOD edizioni continua il suo lavoro di divulgazione, presso la libreria Libertà ha preso forma un percorso preciso: restituire a Giancarlo Siani una collocazione, offrirgli metaforicamente un megafono, fare in modo che le lettrici e i lettori di Torre Annunziata, i frequentatori della libreria (specie i ragazzi) possano avvicinarsi alla storia di Giancarlo, che resta complessa, ma piena di passione, di grande intelligenza e di tante parole coraggiose.
Annalisa Durante. La bellezza continua a vivere. Qui la lotta alla camorra continua.

Annalisa Durante. La bellezza continua a vivere. Qui la lotta alla camorra continua.

Oggi, 27 marzo, vogliamo ricordare Annalisa Durante, una giovane vittima innocente  della violenza della camorra uccisa la sera di 18 anni fa nel quartiere di Forcella, nel cuore di Napoli. 

 

 il Lavoro Giancarlo Siani iod edizioni cronisti scalzi

Oggi, 21 marzo, è la giornata dedicata alle vittime innocenti di mafia. Dopo 38 anni, Giancarlo Siani continua a parlarci di lavoro e di lotta alla camorra

Oggi, 21 marzo,  è la giornata dedicata alle vittime innocenti di mafia ma la battaglia per la conquista della dignità e la libertà dalla criminalità passa per l’occupazione. Dopo 38 anni,  Giancarlo Siani continua a parlarci di lavoro e di lotta alla camorra.  Don Luigi Ciotti e Maurizio Landini, proprio qui a Napoli, la città del cronista scalzo, rilanciano l’allarme e la preoccupazione di Giancarlo Siani: Senza lavoro trionfano i clan. ”

Non si può chiamare guerra la guerra?  Giovanni Savino Russia prof universitario fuggito

Non si può chiamare guerra la guerra? di Giovanni Savino

Giovanni Savino, docente universitario napoletano di Storia contemporanea e specialista di nazionalismo russo, che, subito dopo l’attacco di guerra all’Ucraina, è andato via da Mosca in treno e bus: ha affrontato 19 ore di viaggio per atterrare, la sera del 5 marzo, a Capodichino. Ecco la sia testimonianza.
Perimetro Kuhn Leopoldo Carlesimo iod edizioni

Perimetro Kuhn di Leopoldo Carlesimo | Intervista di Andrea Carraro sulla rivista Genius

Andrea Carraro intervista, sulla rivista Genius, Leopoldo Carlesimo sul suo ultimo romanzo Perimetro Kuhn

Russia. Un buon giornalista è un giornalista morto.

Russia. Un buon giornalista è un giornalista morto.

Liberta di Stampa e democrazia. Da trent’anni, da tutti i paesi dell’ Unione Europea, che hanno preferito fare affari con Putin, anziché  ascoltare il grido di dolore di migliaia di giornalisti indipendenti russi, che sin dal 1993, sono stati perseguitati, aggrediti, minacciati, incarcerati e uccisi

Salvo Vitale, Attualità di Peppino Impastato a 43 anni dalla morte.

Salvo Vitale, Attualità di Peppino Impastato a 43 anni dalla morte.

Sono passati 43 anni dal suo omicidio mafioso, ma il pensiero, le idee di Peppino Impastato continuano a vivere .

Che cosa rende Peppino Impastato sempre attuale e degno di interesse?